20

20 Aprile 2021

HR Specialist: elemento cardine tra l’azienda e il suo team

L’esperto di Risorse Umane è ora più che mai una figura strategica per le organizzazioni, in grado di apportare valore e contribuire al miglioramento aziendale. Ne abbiamo parlato con Mara Gugel e Paolo Tormen, consulenti professionisti e docenti di riferimento nella Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane.

SOMMARIO:

Le esigenze delle aziende di oggi

In questo ultimo anno è nata tra le aziende l’esigenza di avere al proprio interno una figura che faccia da collante tra le persone, per affrontare al meglio problematiche legate al distanziamento dovute allo smart working o al telelavoro.

Sempre più organizzazioni sono infatti alla ricerca di figure HR, esperti di risorse umane che aiutino a mantenere gli equilibri all’interno dell’azienda, ne seguano la crescita e aiutino ad affrontare in maniera innovativa le sfide del business odierno.

Abbiamo voluto intervistare due docenti del Corso per la Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane:

  • Mara Gugel, Psicologa e Psicoterapeuta, iscritta all’Albo della Regione Veneto
  • Paolo Tormen, Co-Founder Ceccato Tormen & Partner e Consulente HR
Mara Gugel
Mara Gugel
Paolo Tormen
Paolo Tormen
blank

Che contributo apporterai in questo percorso?

[Mara Gugel] Il contributo che apporterò in questo percorso viene dal mondo della psicologia, ovvero dalla mia professione. La base di partenza sarà la conoscenza della parte teorica, per andare a costruire anche una forma di ragionamento utile quando si interagisce con le persone, partendo dal presupposto che gestire le risorse umane di un’azienda significa avere a che fare con realtà complesse. Per fare ciò è necessario conoscere alcune teorie con un’ottica di applicabilità. Grazie al mio lavoro di consulenza alle aziende infatti, ho l’opportunità di condividere con gli allievi degli esempi concreti della mia pratica quotidiana.

Durante le lezioni fornirò agli allievi una sorta di “mappa concettuale” che consenta loro di interpretare quelle che saranno le varie realtà con cui si interfacceranno. Una mappa più che consenta di fare  un’analisi accurata e che aiuti nella risoluzione dei problemi, nella valorizzazione delle risorse e nella progettazione di processi di formazione e selezione.

L’impostazione sarà di tipo psicologico e verranno trattati argomenti che vanno dalla comunicazione interna all’azienda, all’importanza delle relazioni, la leadership fino alla risoluzione di problemi aziendali, quali ad esempio assenteismo e bornout.

L’obiettivo è cercare di avere una visione complessa di quello che poi sarà l’apporto lavorativo della figura dell’HR Specialist e fornire dei modelli applicabili, personalizzabili e implementabili a seconda della realtà in cui ci si troverà.

Che materie verranno trattate e in che modalità saranno sviluppate all’interno del percorso formativo?

[Paolo Tormen] Innanzitutto ci terrei a spiegare di cosa mi occupo assieme al mio team. La professione di consulente del lavoro è oggi una figura altamente ricercata, in quanto l’ultimo anno si è maggiormente focalizzato sulla consulenza alle imprese.

Io e il mio team porteremo in aula le nostre esperienze quotidiane nelle aziende, partendo dalle normative, quindi dall’aspetto teorico, a quello pratico con casi reali che abbiamo modo di vedere tutti i giorni.

Il nostro obiettivo è quello di fornire una “cassetta degli attrezzi”, ossia strumenti e competenze che spaziano su più fronti e che possono essere utilizzati nelle singole occasioni: ogni azienda infatti ha le proprie esigenze, da quella più strutturata alla piccola impresa, sarà quindi necessario possedere conoscenze trasversali in modo da rispondere in modo ottimale alle varie esigenze aziendali.

La Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane fornisce un bagaglio di nozioni e competenze non solamente teoriche ma anche pratiche, ogni ambito del percorso verrà trattato dal punto di vista della teoria e della conseguente applicazione sul lavoro.

Parleremo di contratti e politiche di ingresso, elementi importanti per la ripresa dell’azienda: saper scegliere il contratto più idoneo tra apprendistato, somministrazione, contratto a termine, essere in grado di negoziare con le agenzie per il lavoro, leggere all’interno del contratto commerciale. In merito alle politiche di ingresso è giusto conoscere gli incentivi, le agevolazioni per inserire in un percorso diverso una risorsa, così come è importante il tema delle politiche retributive come quello del Welfare, cercando di capire che tipo di leva è e quando è necessario inserirlo all’interno delle politiche retributive.

Parleremo anche di negoziazione sindacale ma anche individuale, dalla contrattazione della proposta alla facilitazione di un’uscita, riportando tutta la nostra esperienza come consulenti diretti.

Verrà trattato anche il sistema di incentivazione e politiche di retention: patti di stabilità, patti di non concorrenza, contratti legati alla segretezza, tutti temi importanti non solo grandi aziende ma anche piccole e medie imprese.

Il costo del personale è infine un elemento chiave oggi, dall’attenzione ai costi, come ridurli, come l’assenteismo influenza i costi del personale, portando esempi concreti che vanno dal settore della logistica a quello della grande distribuzione ed esercizi pratici per un’analisi dei prospetti.

Dove può inserirsi questa figura professionale?

Il panorama dell’HR ha oggi una vastità di impieghi: da figure puramente amministrative, a chi si occupa di contenzioso, chi di gestione e sviluppo del personale, chi di selezione (head hunter).

Gli sbocchi lavorativi possono essere differenti: aziende di piccole e medie dimensioni, multinazionali, agenzie per il lavoro, studi di consulenza.

Ora le aziende si stanno sempre più rendendo conto di quanto sia fondamentale avere nel proprio organico una figura come quella dell’HR, in grado di supportare il personale. Si pensi che il primo contatto di molti clienti è proprio una persona, come nel retail, nell’IT o nel settore metalmeccanico.

All’interno di questo percorso che tratta a 360 gradi il mondo dell’HR, ogni allievo avrà modo di capire se c’è qualche argomento che predilige rispetto ad altri e quindi cosa approfondire in ambito lavorativo, questo anche grazie all’esperienza di tirocinio inclusa nel corso.

blank

Perchè consigliereste di scegliere il corso di Accademia delle Professioni Business School?

Il Corso per la Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane un percorso che permette di avere una panoramica completa ma anche approfondita del mondo dell’HR: ogni argomento viene affrontato nel dettaglio e con esempi pratici e concreti.

Per questo lo consiglio anche a chi lavora già in azienda, per accrescere le proprie competenze al fianco di grandi professionisti, ognuno con competenze specifiche e verticali su determinate tematiche.

Il tratto distintivo del corso è proprio il confronto continuo con professionisti, consulenti e manager che si occupano di risorse umane su più fronti e che possono trasmettere il proprio know how agli allievi, basandosi su esigenze concrete delle aziende.

Un altro valore aggiunto è caratterizzato dai diversi punti di vista che si possono respirare durante il percorso per andare a costruire quella che sarà la propria consapevolezza professionale e quindi affacciarsi al mondo del lavoro preparati.

SCOPRI SUBITO
IL PROGRAMMA DELLA QUALIFICA IN
GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Lo riceverai in tempo reale al tuo indirizzo email!

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
processing...

Richiesta in elaborazione