loader image
12

12 Gennaio 2021

Il futuro dell’HR: trend e nuove priorità per la gestione delle Risorse Umane

Le nuove modalità dell’HR per gestire e supportare i dipendenti in un modello organizzativo che muta e si innova in base all’evoluzione del mercato.

SOMMARIO:

Il nuovo ruolo dell’HR

L’ultimo anno ha cambiato e influenzato pesantemente il mondo del lavoro e le priorità delle aziende.

Il dipartimento HR è stato quello maggiormente coinvolto dall’evoluzione del mercato, dovuto sia alla digitalizzazione che ha spinto per nuove modalità di lavoro da remoto, sia ai nuovi modelli di business aziendali improntati sull’importanza delle persone e sull’integrazione di nuove competenze.

L’HR viene infatti visto come il Change Leader Aziendale, colui in grado di attuare, gestire e guidare il cambiamento all’interno dell’organizzazione aziendale.

Risorse Umane

Le nuove priorità delle Risorse Umane

Un’indagine condotta da Gartner coinvolgendo 800 HR leader di 60 paesi, ha individuato le 5 priorità degli HR Manager/Specialist.

  • Costruire nuove competenze per migliorare la produttività, far crescere il business, innovare, gestire il rischio e le domande sempre più crescenti del mercato. Per il 68% degli intervistati è necessario che i dipendenti sviluppino nuove skill sia per una crescita personale sia per un vantaggio aziendale. Quello che serve è un approccio dinamico al reskilling e all’upskilling, facilitando le dinamiche all’interno dell’organizzazione in modo da percepire le mutevoli esigenze di ogni dipartimento.
  • Riorganizzazione e Change Management: La capacità di adeguarsi al cambiamento farà la differenza nel ciclo di vita di un’azienda. Per permettere la Business/Digital Transformation si dovranno monitorare i macrotrend globali e valutare quelli che potrebbero essere più impattanti per l’azienda. La progettazione del lavoro orientata al futuro è ciò che è necessario per garantire che i dipendenti possano essere reattivi, ovvero in sintonia con le esigenze dei clienti, in grado di anticipare i cambiamenti e adattare di conseguenza il loro approccio e le loro attività. Il ruolo dell’HR è quello di adattare le strategie di progettazione del lavoro per sbloccare la reattività su larga scala in tutta la forza lavoro e costruire la resilienza organizzativa.
  • Favorire la diversità: Creare intenzionalmente reti di diversità incentrate sulla crescita per supportare i talenti e produrre vantaggi per i singoli dipendenti, la leadership e l’organizzazione.
  • Il futuro del lavoro: La pandemia COVID avrà un impatto duraturo sul futuro del lavoro. La domanda per i leader delle Risorse Umane è quanto queste tendenze hanno e modificheranno gli obiettivi e i piani strategici e quanto sia necessario intraprendere azioni e adeguamenti più a lungo termine. Per la funzione dell’HR è indispensabile quindi pianificare la strategia analizzando i trend e gli scenari in base alla rilevanza, all’impatto e all’opportunità.
  • Curare l’Employee Experience: con l’avanzamento della digitalizzazione sfociato in nuove modalità di lavoro come lo smart working o il remote working, l’obiettivo dell’HR rimane quello di preservare la cultura aziendale e garantire che l’esperienza dei dipendenti sia al passo con le aspettative e le esigenze del personale, mantenendo alto l’engagement e utilizzando nuovi processi di onboarding, piani di benefit e talent management.

Stare al passo con i trend formandosi

Entrambi i percorsi di Accademia delle Professioni, il corso per la Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane e il Master in HR Management approfondiscono i nuovi temi legati ai cambiamenti e ai trend legati al mondo HR descritti nel paragrafo precedente.

La Qualifica in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane è un percorso di 600 ore dedicato a chi desidera diventare HR Specialist all’interno di un’azienda, uno studio professionale, un’agenzia per il lavoro o nella Pubblica Amministrazione.

Il corso tratterà tematiche a 360° sul mondo dell’HR: dalla ricerca e selezione di nuovi collaboratori alla formazione del personale, i contratti di lavoro e le relazioni sindacali e la parte amministrativa, incluse le politiche retributive e i sistemi di incentivazione.

Approfondendo inoltre temi legati al mondo Digital, come il Digital recruiting e l’evoluzione della cultura aziendale con lo smart working e il telelavoro.

Una volta conseguito l’esame, verrà rilasciato l’Attestato di Certificazione delle Competenze secondo standard EQF, riconosciuto e spendibile a livello internazionale.

Fonte: Gartner

SCOPRI SUBITO
IL PROGRAMMA DELLA QUALIFICA IN
GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Lo riceverai in tempo reale al tuo indirizzo email!

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
processing...

Richiesta in elaborazione