07

7 Settembre 2021

Diversity Management: il ruolo dell’HR per l’inclusione in azienda

La Diversità e l’Inclusione stanno diventando tematiche fondamentali nei contesti aziendali e nei luoghi di lavoro. In questo l’HR Manager è sempre più coinvolto e gioca un ruolo fondamentale nelle organizzazioni: definisce la strategia per una corretta valorizzazione delle diversità, basando il suo approccio sul cambiamento culturale e organizzativo per creare un ambiente inclusivo e produttivo.

SOMMARIO:

Diversity Management in Italia

I cambiamenti demografici e di conseguenza della forza lavoro, la crescente diversificazione dei clienti e dei mercati e le nuove modalità di lavoro agile, rendono sempre più strategica una corretta valorizzazione delle diversità espresse dalle risorse umane all’interno di un’azienda.

Creare un ambiente inclusivo permette all’azienda non solo di arricchirsi moralmente, ma anche di essere più produttiva.

Dati emersi del Diversity Brand Index 2021, che offre una panoramica sulla Diversity in Italia, su una ricerca condotta da Gennaio a Dicembre 2020, evidenziano che 1 azienda su 5 è realmente impegnata sul tema della diversità. Inoltre cresce rispetto all’anno precedente la percentuale di persone che predilige con convinzione brand inclusivi, pari all’88%.

Solo un 23% dei brand investe sulla Diversity & Inclusion, dati che confermano quelli del 2019.

Come si può notare da questi dati, la diversità e l’inclusione stanno diventando tematiche fondamentali nei contesti aziendali e nei luoghi di lavoro. In questo il dipartimento delle Risorse Umane è sempre più coinvolto e gioca un ruolo fondamentale nelle organizzazioni, in molte aziende infatti la gestione della diversità è un vero e proprio approccio definito Diversity Management.

Cosa si intende per diversità e inclusione in azienda e qual è il ruolo dell’HR?

Tra i vari team di lavoro possono coesistere persone di genere, orientamento religioso o sessuale, etnie, età, abilità fisiche e psichiche differenti. La diversità in sé non genera in automatico valore per un’azienda ma, attraverso un approccio inclusivo, è possibile creare un ambiente dove tutti i dipendenti non si sentano discriminati, ma anzi si sentano apprezzati e siano più produttivi.

Il Diversity Management pone al centro l’individuo e basa il suo approccio sul cambiamento culturale e organizzativo che mira a creare un ambiente “inclusivo”, in cui le differenze tra le persone e i tean non siano fonte di discriminazione ma oggetto di reale attenzione e ascolto.

Le aree su cui può lavorare l’HR Manager e il dipartimento che si occupa delle Risorse Umane sono ad esempi:

  • attività per il recruiting,
  • attuazione di un sistema di compensation e benefit,
  • piani di formazione per il personale,
  • attività di team building e networking per migliorare e consolidare i team di lavoro,
  • migliorare la comunicazione interna,
  • migliorare l’ambiente di lavoro.

L’HR Manager dovrà integrare le idee e le pratiche di diversità nei processi manageriali e di apprendimento all’interno dell’azienda.

Come diventare HR Manager

Il tema della Diversity e dell’Inclusion è un aspetto molto importante per chi si occupa di gestione delle Risorse Umane in azienda.

Questo tema viene affrontato nel Master in HR Management, un percorso studiato per fornire ai partecipanti gli strumenti operativi, le conoscenze tecniche e manageriali necessarie per operare efficacemente all’interno della direzione Risorse Umane, apportando una nuova cultura digitale in azienda e con un focus rivolto all’impatto della digitalizzazione sui modelli organizzativi e i processi HR.

Al termine del percorso gli allievi sapranno impostare una strategia di gestione e sviluppo delle risorse umane, attuarla e misurarla con gli strumenti di valutazione aziendale.

Durante il percorso verranno trattate differenti tematiche, tra cui il Performance Management, gli strumenti di Digital Recruiting, la formazione del personale, Employer Branding e Compensation e benefit.

Il Master, della durata di 800 ore, comprende 400 ore di lezioni frontali suddivise tra teoria e pratica, e 400 ore di tirocinio presso prestigiose aziende o agenzie in Italia o all’estero. Gli allievi avranno inoltre la possibilità di frequentare Masterclass e incontri d’autore con grandi professioni del settore a livello internazionale.

Grazie alle esclusive partnership siglate da Accademia delle Professioni Business School, l’allievo potrà svolgere il tirocinio presso rinomate aziende del territorio.

Dopo il Master in HR Management gli allievi potranno inserirsi agevolmente come figura esperta di Risorse Umane in aziende di medio-grandi dimensioni che operano in qualsiasi comparto, Pubblica AmministrazioneStudi ProfessionaliStudi Commercialisti e Agenzie per il Lavoro, oltre a operare in proprio come Consulente.

Una volta conseguito l’esame, verrà rilasciato l’Attestato di Certificazione delle Competenze secondo standard EQF, riconosciuto e spendibile a livello internazionale.

SCOPRI SUBITO
IL PROGRAMMA DEL MASTER IN
HR MANAGEMENT

Lo riceverai in tempo reale al tuo indirizzo email!

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
processing...

Richiesta in elaborazione