loader image
05

5 Marzo 2020

Accademia continua a camminare accanto alle persone e alle loro passioni

Credere. Credere è il motore di ogni azione, anche quella che sembra difficile attuare. Aver fede in se stessi, negli altri e nella riuscita dei propri obiettivi diviene fondamentale e propedeutico per generare idee vincenti e appurare, infine, che con tenacia e determinazione molto si può realizzare.

E’ la forza del desiderio che spinge a creare nuove soluzioni e modalità perché tutto ciò che può esser stato stravolto -talvolta apparentemente- torni ad essere.

E’ ciò che scaturisce da questa lettera, il cui mittente è un’intera classe di Accademia, in cui emerge limpido il desiderio di continuità, di normalità, di star vicini seppur lontani.

“Gentile Direzione e Staff di Gestione di Accademia delle Professioni,

A nome di tutta la classe, vi contatto per esporre il desiderio di proseguire il nostro iter formativo, nonostante gli ostacoli di varia natura che questo periodo ci presenta. Qualora fosse possibile, avremmo pensato di proporvi come soluzione più immediata e agevole per tutti, la trasmissione online delle materie per cui tale modalità risulta idonea.

Iniziare questo corso è stata per tutti una scelta estremamente importante. Tale decisione è stata ponderata da ciascuno di noi perché implica impegno in termini di tempo, di denaro, di organizzazione familiare/lavorativa e sentiamo la necessità di non mollare il nostro percorso didattico, portandolo avanti nel modo migliore possibile, soprattutto perché ci crediamo.

Sentiamo il bisogno di “normalità”, di mantenere i contatti tra noi e i nostri docenti per ricreare il senso di condivisione per le passioni che ci uniscono e ci rendono un gruppo.

Per quanto concerne, invece, i laboratori di cucina, di analisi sensoriale, abbinamento e degustazione, aspettiamo che l’allarme rientri per poterle frequentare dal vivo, data la natura stessa delle lezioni che, per ovvi motivi, richiede la presenza fisica.

Ringraziando per l’attenzione, restiamo in attesa di un vostro gentile riscontro.

Distinti saluti.”